Trentino Alto Adige

Badia

Al pari della Val d’Aosta, la Regione Trentino Alto Adige è una zona montuosa con poca estensione viticola ma grande qualità produttiva, può vantare 8 DOC e 4 IGT, nel cui interno sono presenti zone di produzione di assoluto pregio, come la Trento DOC, specializzata nella produzione di vini spumanti. I vitigni più diffusi della Regione sono, tra i rossi: Lagrein, Schiava, Teroldego, Pinot Nero, Marzemino. Tra i bianchi: lo Chardonnay, il Pinot Bianco e quello Grigio, il Muller Thurgau, Il Sauvignon Blanc, la Nosiola ed il Riesling Renano. La coltivazione della vite si estende su una superficie inferiore ai 5.400 ettari, ma comprende le fasce climatiche più disparate, terreni molto diversi fra loro, e una ventina di vitigni che prosperano fra i 200 e i 1.000 metri di quota. La viticoltura regionale è apprezzata non solo in Italia, i vini Trentini sono presenti sulle tavole dei migliori ristoranti e nelle pagine delle migliori guide enologiche del mondo. Come abbiamo citato in precedenza, il Trentino presenta ben 8 vini a marchio DOC e 4 vini a marchio IGT, i DOC della regione sono divisi in rossi come il Caldaro, il Casteller, il Teroldego Rotaliano ed i bianchi Trentino Bianco DOC, Trento Bianco DOC, Valdadige Bianco DOC e Alto Adige, che si trova sul mercato in diverse tipologie. I grandi IGT della regione infine sono rappresentati dal Marzemino, Lagrein, Nosiola, Sylvaner, Muller Thurgau e altri ancora. La specialità della Regione è il Vino Santo Superiore che avrà, come sperano tutti da queste parti, la tanto agognata denominazione a marchio DOCG.